Illuminare gli store per aumentare il fatturato

L’illuminazione all’interno degli store è ormai diventata una componente fondamentale non solo per l’aumento delle vendite dei prodotti ma anche per far sì che l’acquisto diventi un momento esperienziale unico.

Illuminazione negli store

La magia delle luci all’interno dei punti vendita ci guida in una sorta di percorso incantato invitandoci a comprare un prodotto piuttosto che un altro.
Oggi più che mai i grandi brand per rendere più accattivanti i loro punti vendita fanno uno studio delle luci e utilizzano professionisti per far diventare lo store un contenitore di esperienze sensoriali, che suscita curiosità e suggestione.

Numerosi studi di neuro-marketing confermano che la luce influenza il comportamento dei consumatori all’interno dei punti vendita. Pensiamo all’illuminazione all’interno della grande distribuzione, ogni alimento richiede una soluzione di illuminazione specifica per esaltarne freschezza e attrattività. L’illuminazione giusta non garantisce solo che la merce sia mostrata nel modo migliore e che i clienti siano invogliati ad acquistarla, ma è capace di far risaltare anche i punti di forza del punto vendita. Uno studio scientifico dell’EHI Retail Institute, ha dimostrato che l’illuminazione a LED, usata in maniera intelligente, può avere un effetto positivo sul successo del reparto prodotti freschi, incrementando le vendite fino al 5%. Per tale motivo la grande distribuzione sta riqualificando i propri impianti convertendoli in LED, per avere in questo modo anche un risparmio energetico sulla bolletta.

illuminare nel modo giusto gli storeSe all’interno dei supermarket la luce è quanto più fondamentale per far percepire la bontà dei prodotti sicuramente è diventata indispensabile in qualsiasi punto vendita che voglia generare fidelizzazione e brand awarness, oltre che incrementare il fatturato.

All’interno dello store la luce va dosata ad hoc in base all’ esigenze, l’obiettivo però è sempre quello di attirare il fruitore, evidenziando gli spazi, esaltando i colori e i prodotti stessi di modo che il consumatore sia invogliato ad entrare, a fermarsi e ad acquistare quello, che tramite un mix di sensazioni gli risulta più gradevole in ottica di fidelizzazione. Quindi è necessario studiare un progetto di illuminazione specifico in base alle esigenze dello store. Sicuramente l’illuminazione LED è diventata parte essenziale di questi progetti poiché con essi è possibile dosare la luce e per questo mettere in risalto elementi e prodotti.

illuminare il punto vendita

Tutte le zone dei punti vendita hanno necessità di essere illuminate diversamente in base alla funzione che devono assolvere ad esempio le vetrine devono essere illuminate con effetti scenografici per farsì che i clienti siano invitati ad entrare negli spazi commerciali. La luce degli espositori deve mettere in risalto il brand e deve permettere ai clienti di orientarsi all’interno del punto vendita, semmai ponendo l’attenzione sui prodotti di punta del marchio. Nei camerini le luci devono essere posizionate di modo che il cliente si senta attraente e acquisti la merce. E infine alle casse l’illuminazione deve fungere da distrattore per ingannare l’attesa del consumatore.

Da ciò si evince che lo studio delle luci deve essere ponderato con attenzione poiché diventa parte integrante del design dello store e determina il modo in cui il consumatore fruisce lo spazio di vendita trasformando il semplice acquisto in shopping esperienziale e il semplice cliente in un fidelizzato.

Per tutti i consigli e le idee sull’ illuminazione degli store consulta il nostro negozio online e scopri la vasta gamma di soluzioni offerte!

 


Articolo a cura di Redazione Brillaluce
Pubblicato in data venerdì, 23 ottobre, 2015
Aree Tematiche: Architettura, design, illuminazione, Illuminazione a led, Illuminazione per interni, Lampade per negozio, Sistemi di illuminazione
Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento