Lighting Painting: un’idea affascinante!

Gli uomini, si sa, spesso sono attratti dalle stesse cose e, proprio per questo, fotografano gli stessi posti in continuazione, costruendo dei veri e propri book fotografici a vie, piazze, monumenti, città. Sul web sono disponibili milioni e milioni fotografie geolocalizzate, attraverso cui è possibile ammirare i diversi luoghi con gli occhi di chi, prima di noi, li ha visitati, visti e fotografati.

Ispirandosi a questa naturale inclinazione umana, Philipp Schmitt, giovane studente tedesco, ha avviato un progetto veramente interessante: “Location-Based Light Painting, Mapping Geotagged Photos in Public Spaces”, un modo davvero affascinante per poter scoprire da quale prospettiva e in quale esatto punto sono state scattate le diverse fotografie. Questo progetto, che ha attirato l’attenzione di diverse riviste e ha vinto numerosi premi, merita uno sguardo più approfondito.

opere lighting painting

Ogni città possiede milioni di fotografie scattate dagli utenti e disponibili sui diversi social network. Tuttavia, quando ci troviamo in un posto qualsiasi risulta estremamente difficile riuscire ad immaginare tutte le persone che prima di noi hanno immortalato quel luogo.  Per ovviare a questo problema e sfamare la nostra sete di curiosità, il giovane Philipp Schmitt, studente tedesco di interaction design, ha ideato un metodo innovativo e indubbiamente originale per identificare tutti i punti sulla mappa in cui sono state scattate delle fotografie. Durante la visita notturna ad una piazza, ha illuminato, l’uso di un Iphone ed una connessione ad internet, ogni punto in cui fosse segnalata la presenza di un’immagine su Panoramio o Flickr e, integrando all’occorrente il GPS, presente ormai su tutti i moderni smartphone, ha visualizzato in modo preciso l’esatto punto da cui le foto erano state scattate. Ma Schmitt non si è accontentato di questo. Dall’analisi delle fotografie trovate, ha immaginato  le diverse angolazioni da cui i precedenti fotografi avevano immortalato la piazza e, grazie alla modalità a lunga esposizione della sua macchina fotografica, ha immortalato se stesso e alcuni amici nelle posizioni ipotizzate, creando una vera e propria opera d’arte. Soddisfatto del risultato e del successo ottenuto, ha replicato il procedimento in diversi luoghi dando vita a delle originali e affascinati creazioni di lighting painting.

lighting painting


Articolo a cura di Redazione Brillaluce
Pubblicato in data mercoledì, 18 marzo, 2015
Aree Tematiche: Illuminazione design, Storia e curiosità
Tags: , , , ,

Lascia un commento