Lampadine LED: ecco come risparmiare

Se state cercando un modo per risparmiare sulla bolletta dell’elettricità, è bene ricordare che oltre ai grandi elettrodomestici, un costo non indifferente può arrivare dal tipo di illuminazione presente in casa. Se si utilizzano ancora vecchie lampadine a incandescenza (ormai fuori produzione) questo è il momento giusto per sostituirle con lampadine a basso consumo energeticofluorescenti o a LED. Il risparmio è assicurato e la spesa complessiva per l’acquisto di questi prodotti è scesa negli ultimi anni (il costo della sostituzione viene quindi ammortizzato sulla bolletta in breve tempo).

Oggi dedichiamo questo spazio unicamente alle lampadine a LED (Light Emitting Diode), con un elenco di tutti i vantaggi che porta l’utilizzo di questo tipo di tecnologia:

  • Confrontato con fonti di illuminazione tradizionali il risparmio ottenuto utilizzando l’illuminazione a LED è di circa il 93% rispetto alle lampade ad incandescenza; -90% rispetto alle lampada alogene; – 66% rispetto alle lampade fluorescenti.
  • Durata nel tempo: una lampadina a LED mantiene la maggior parte della sua luminosità anche dopo un utilizzo di oltre 50mila ore. La vita media di una lampadina a incandescenza è invece calcolata in 1.000 (1.500) ore e di una fluorescente a circa 6mila ore. In pratica, se si usasse una lampadina a LED per circa 8 ore al giorno, tutti i giorni, non avrete più bisogno di sostituirla per circa 16/17 anni.
  • Non inquinano. Le lampadine a LED rispetto a quelle a incandescenza o alle fluorescenti, non contiene nè gas nocivi nè sostanze tossiche.
  • Nessuna emissione di raggi ultravioletti, normalmente dannosi per l’uomo se vi si espone per lungo tempo, nè di raggi infrarossi. Proprio la mancanza di emissioni di raggi U.V. permette di usufruire di un altro vantaggio: quello di non attirare la maggior parte delle specie di insetti sensibili agli ultravioletti).
  • Ridotta emissione di calore: la temperatura dei LED raramente è superiore ai 50° C e l’involucro è normalmente in grado di controllare il calore generato e di smaltirlo verso dissipatori esterni.  Questa caratteristica rende possibile l’installazione delle lampade a LED anche su materiali che temono l’eccessivo calore, come il legno e la plastica.
  • Nessuna manutenzione.
  • Compatibilità con tutti gli attacchi: non è quindi necessario effettuare manutenzioni dell’impianto elettrico, basterà scegliere semplicemente il modello di lampadina specifica e collegarla. Sarà così subito pronta all’utilizzo.
  • Nessun tempo di avvio: la luce a LED è immediatamente disponibile in tutta la sua luminosità dallo stesso istante in cui la accendiamo (uno dei vantaggi rispetto alle lampade a fluorescenza).

 

Scopri tutti i sistemi di illuminazione a LED su Brillaluce.it →


Articolo a cura di Redazione Brillaluce
Pubblicato in data venerdì, 13 giugno, 2014
Aree Tematiche: Categorie di prodotto, home, Illuminazione a led, Risparmio energetico
Tags: , , , , , ,

Una replica a “Lampadine LED: ecco come risparmiare”

  1. Andrea R ha detto:

    Per informazioni sui criteri di scelta per lampadine efficienti e di qualità e su come illuminare meglio le abitazioni, il progetto EU PremiumLight ha testato 80 modelli di lampadine LED e CFL e pubblica materiale informativo (video, brochure, leaflet) liberamente utilizzabili e distribuibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *